Basilea 2015: nuove sfide per Tuum

Anche quest’anno Baselworld, il Salone mondiale dell’orologeria e della gioielleria, ha visto TUUM come protagonista, assistendo al processo di crescita ed internazionalizzazione del marchio.

Baselworld è una vetrina di primaria importanza, dove le aziende più prestigiose presentano ai pubblici di riferimento le proprie innovazioni e creazioni, nonché le grandi tendenze prossime future.

Un appuntamento imperdibile, una settimana in cui tutti gli occhi sono puntati sulla città sul Reno: una superficie di 141.000 mq in cui circa 1.500 marchi provenienti da 40 Paesi, si sfidano a suon di novità.

In questo scenario TUUM ha confermato la sua crescita anche attraverso la presentazione di una diversa filosofia espositiva.

Lo spazio espositivo TUUM rappresenta un omaggio all’antica architettura italiana, dai materiali utilizzati al design, con un occhio di riguardo al green. La fedele riproduzione di un soffitto a cassettoni, il calore del parquet in legno naturale, ben si sposano con l’arredamento: mobili in legno massello che, grazie ad una particolare tecnica di lavorazione, mettono in mostra le venature del legno, rendendo ogni gioiello unico.

Un’area emozionale di più ampio respiro in cui il vero protagonista è il prodotto, sia che si tratti di uno stand in una fiera internazionale, sia che si tratti di un corner in una prestigiosa gioielleria. Dettagli e finiture che raccontano una straordinaria maturità di stile, di un progetto tutto italiano.

Il nuovo stand ha fatto da sfondo ad un successo annunciato. Le nuove collezioni, presentate in questa sede, hanno riscosso consensi e ammirazione: gli anelli Infinituum, i bracciali bangle Decem, la linea Iris, nonché tutti i gioielli in catalogo, hanno attirato l’attenzione degli addetti ai lavori e non. Molti i giornalisti ci hanno fatto visita, ed hanno voluto intervistarci per conoscere il segreto di gioielli dalle linee minimal, eppure riconoscibili al primo sguardo.

Il Salone di Basilea è stato il terreno fertile ed il trampolino di lancio per tante iniziative, tante idee, tanti progetti di cui ci dilungheremo nel numero di Dictum FacTUUM.

Written by Staff TUUM